CHEMINS DE TRAVERSE/CROSS BORDER LANES CLASSE 2H 

Un viaggio alla scoperta di nuove emozioni

20191121 192215

Dal 6 al 13 Novembre, la nostra classe ha partecipato alla terza fase del progetto Erasmus+ che si è svolto a Budapest, in Ungheria. Durante questa settimana, la nostra classe ha svolto varie attività in ateliers teatrali con ragazzi di nazionalità francese, tedesca ed ungherese. In vista di questa esperienza avevamo anche letto, durante il periodo estivo, il testo I Ragazzi della Via Pal (dell’autore di nazionalità ungherese Ferenc Molnár) del quale abbiamo poi visto, a Budapest, il musical in versione originale con soprattitoli in lingua inglese.  IMG 20191113 WA0001

                                                                                IMG 20191109 WA0077

IMG 20191111 WA0068

Il progetto, chiamato “Chemins de Traverse”, ha lo scopo di sensibilizzare gli alunni sui temi dell’immigrazione, della discriminazione e dei pregiudizi nei confronti di chi non ha le stesse esperienze di vita. In quei giorni, la nostra classe ha partecipato a vari workshop, divisi in gruppi di 2 alunni per ogni laboratorio, sempre connesso al teatro: danza, clown, improvvisazione, marionnette, scenografia, costumi, suoni.  Il teatro è stato il nostro principale strumento di comunicazione, ed abbiamo imparato che per esprimersi non è sempre necessario l’utilizzo della parola. Al termine di questa fase creativa, ogni gruppo ha presentato la tematica principale del workshop di appartenenza sotto forma di brevi esibizioni o sceneggiature.

L'inizio di questo percorso ci ha fatto comprendere come gli scambi culturali evidenzino l’importanza della multiculturalità e permettano di venire a contatto con culture, usi, costumi e mentalità diverse, mostrando realtà ed abitudini che potrebbero apparire inusuali rispetto alle nostre. Dal punto di vista linguistico, l’esperienza è stata stimolante e formativa per migliorare le capacità comunicative sia in inglese che in francese. Grazie al calore dimostrato dagli studenti e insegnanti di ogni nazione e con la forza dell'impegno, della voglia di apprendere e di socializzare, nessun momento è stato vuoto.Ognuno di noi si è messo in gioco, riuscendo ad abbattere le barriere culturali che a volte ci frenano, instaurando rapporti interpersonali sinceri ed è tornato a casa con un bagaglio di insegnamenti di vita più grande. 

IMG 20191110 WA0066

Per la nostra classe non è stato solo un viaggio d’istruzione, è stato un cammino alla scoperta non solo di nuove culture ma anche e soprattutto di nuove amicizie ed emozioni forti che hanno lasciato un segno indelebili dentro di noi. Noi stessi ci teniamo tutt’ora in contatto con i nostri amici a distanza e siamo impazienti di rivederli a maggio nella quarta e ultima parte del progetto.

Queste esperienze sono uniche ed abbiamo imparato a coglierne tutti i particolari. Per tutto ciò la classe ringrazia la Dirigente Scolastica, prof.ssa Virli, la prof.ssa Peduto e la Dsga, la signora Franca. 

Il gruppo classe 2H

Link Erasmus+  November 2019 https://youtu.be/Fnde7LYOyv0

Sì è concluso lo scambio con Bure -Tellin (Belgio)

Nella settimana dal 20 Ottobre 2019 al 27 Ottobre 2019 la mia classe ha concluso lo scambio culturale con i ragazzi belgi, che abbiamo ospitato nelle nostre case. Durante la settimana abbiamo visitato insieme Ercolano, Roma e le sue meraviglie sia culturali sia artistiche, come il Colosseo, la Basilica di San Pietro, la visita fatta in 3D delle Terme di Caracalla e molto altro. 
L’esperienza  è stata molto bella e ci ha dato l’opportunità di relazionarci con ragazzi che hanno usi e tradizioni diversi dai nostri. 
Durante la settimana, precisamente mercoledì 23 ottobre, abbiamo trascorso un pomeriggio tutti insieme a Selva dei Pini, dove, con la prof.ssa Parravicini, abbiamo fatto dei giochi molto divertenti, che ci hanno permesso di unirci ancora di più e di fare amicizia anche con gli altri ragazzi belgi.

Bure 5


Salutare i ragazzi non è stato facile, dato che si era creato un bel rapporto, non solo tra noi ragazzi italiani e i ragazzi belgi, ma anche tra le famiglie ed i ragazzi.

Bure 1 1


Tutti noi ragazzi italiani, ricorderemo questo scambio con molta felicità, sia perché ci ha permesso di spingerci oltre i nostri limiti riguardo la lingua inglese, sia perché ci ha dato l’opportunità di conoscere persone nuove provenienti da un altro paese.
Sara Francabandiera classe II lcA

Dal 20 al 27 ottobre 2019 si svolgerà la seconda fase dello scambio tra la nostra II lcA, 3 studenti della I lcB e 2 studenti della II lcB ed il Collège d'Alzon( Bure ), in Belgio, dove i ragazzi si sono recati l'anno scorso, accompagnati dalla professoressa Zadra.

Stiamo attendendo con gioia gli studenti belgi e le due docenti che li accompagneranno!

La referente dello scambio : prof.ssa Zadra

In allegato il programma LINK

Si è conclusa la seconda fase dello scambio con la scuola Kilpinen di Jyvaskyla  (dal 27 Settembre al 3 Ottobre). Il gruppo italiano, composto per scelta didattica dalle intere classi 3D e 4D,  è stato impegnato in tre giornate di attività didattica - due su Roma, una su Pomezia, ed in due giorni di accoglienza nelle famiglie ospitanti. Queste, insieme alle altre famiglie coinvolte, hanno  fattivamente contribuito alla riuscita di questa tornata di ritorno, particolarmente complessa per il numero cospicuo di studenti e studentesse coinvolti (70 tra italiani e finlandesi).

Prima delle  consuete visite e passeggiate guidate a Roma, con i docenti - accompagnatori proff. Andolfi, Croci  e Matlub,  gli ospiti Finlandesi (una classe e due docenti) hanno potuto avere una visione di insieme del patrimonio artistico della Città Eterna, partecipando, con tutto il gruppo, alla mostra multimediale Welcome to Rome all’ex Cinema Augustus.

IMG 20191002 225608

Il giorno clou dello scambio è stato il 2 Ottobre, giornata entusiasmante, quanto articolata: l’appuntamento primo è stato al Comune di Pomezia, dove ci ha accolto nella sala del  Consiglio Comunale, in due gruppi successivi e portandoci i saluti del Sindaco, l’Assessora ai Servizi Sociali ed Educativi Miriam del Vecchio. Qui i Finlandesi hanno avuto modo di ascoltare  la narrazione della storia di Pomezia (antica e moderna) e di avere un contatto diretto con il nostro sistema politico locale. L’Assessora ha illustrato così anche ai nostri giovani i meccanismi della gestione del territorio, stimolando in loro il senso di appartenenza, che d’altra parte è alla base di ogni cittadinanza, che voglia poi estendersi in più livelli  all’Europa e al mondo. Da qui ci si è mossi verso il Museo Archeologico Lavinium, scortati da una pattuglia della Polizia Locale, nel tratto senza marciapiede, così come al ritorno dopo la visita, per poi proseguire un gruppo a piedi fino a Selva dei Pini, altri gruppetti accompagnati in auto da genitori disponibili. Lì si sono svolte attività sportive e di ristoro. Nella gestione degli spostamenti e nell’accompagnamento, preziosa è stata anche la collaborazione di alcuni ragazzi e ragazze, che hanno lavorato in sinergia con le accompagnatrici ufficiali (Andolfi, Ferrario e l’assistente specialistica Veronica Borrelli). Infine la giornata si è conclusa con una festa di saluto organizzata dalle famiglie, in cui lo spirito dello scambio ha visto i suoi momenti migliori.

Si ringraziano per la cooperazione le famiglie pometine, la prof.ssa Mondelli, che ha ospitato la vice-preside della scuola Kilpinen,  i docenti che hanno  dato la loro disponibilità ad accompagnare, il personale ATA che ci ha assistito nei momenti di visita e lezione a scuola, e naturalmente la Dirigente e la Vice Presidenza che hanno consentito di gestire serenamente questo scambio culturale così complesso.

La Referente Prof.ssa Angela Andolfi

Si è svolta la seconda ed ultima parte delllo scambio culturale e linguistico con ExchangeME e tre scuole di Sydney. L'avventura era iniziata il 7 aprile 2019 con l'accoglienza di 35 studenti australiani in altrettante famiglie pometine. Dal 26 luglio al 15 agosto, 38 studenti del Liceo Blaise Pascal, provenienti da classi terze e quarte, accompagnati dalle proff. Anne-Marie Peduto  e Adriana Ponziano, sono decollati alla volta di Sydney.

IMG 20190726 WA0014

Dopo 22 ore di volo circa, il gruppo di studenti è stato accolto dalle famiglie australiane e ha potuto immergersi nella vita quotidiana delle comunità del posto. 

20190801 174823

Per tutto il periodo, gli studenti italiani hanno frequentato, con i loro pari australiani, le lezioni presso gli istituti St Patrick’s College, Strathfield, Strathfield Girls High School e St Ursula’s College. La frequenza delle scuole australiane con i propri  "host brother " o "host sister" ha dato loro l'opportunità di confrontarsi con un sistema scolastico molto diverso didatticamente ma anche socialmente,  a cominciare dal fatto che le scuole sono prettamente maschili o femminili.

20190729 171911 20190730 102409    

Con il continuo sostegno di ExchangeMe e della sua referente, Laura Kostouros, gli studenti hanno anche effettuato varie escursioni e tour guidati nei luoghi più significativi nei dintorni di Sydney. La fattiva partecipazione nonché la generosa ospitalità delle famiglie locali hanno permesso loro di immergersi totalmente nelle varie attività giornaliere come attività sportive, cene in famiglia, viaggi domenicali per ammirare splendidi siti storici e naturali.

IMG 20190801 WA0046 IMG 20190809 WA0010
20190807 104925 20190807 113413
20190731 172650 20190803 123044

20190806 131619Altra esperienza unica è stata la possibilità di partecipare ad una trasmissione radiofonica presso l'emittente SBS (Special Broadcasting Service), da dove trasmettono ben 66 emittenti in altrettante lingue, tra queste anche una emittente italiana dove si è svolta l'intervista.  https://www.sbs.com.au/language/italian/audio/uno-scambio-tra-scuole-che-apre-nuovi-orizzonti

20190806 120341

20190812 060700 IMG 20190811 WA0030
IMG 20190801 WA0008 IMG 20190801 WA0013

Durante il soggiorno a Sydney, gli studenti hanno avuto modo di effettuare anche esperienze di PCTO (alternanza lavoro) grazie alla collaborazione delle famiglie ospitanti.

L'utilizzo giornaliero della lingua inglese, ammirare luoghi splendidi come Bondi Beach, Watson's Bay, Darling Harbour-Barangaroo o le Blue Mountains, avvicinarsi alla storia e la cultura degli Aborigeni, lo stretto contatto con realtà multiculturali eterogenee, sono probabilmente alcuni dei momenti veramente indimenticabili di questa esperienza. Ognuno di loro ha vissuto esperienze uniche e completamente diverse. Si sono creati dei legami familiari e relazioni che ognuno ricorderà per molto tempo

Qui di seguito la testimonianza di una studentessa, Agnese Tomassoli, 3LcA:

"Le tre settimane in Australia sono state, forse, le migliori della mia vita. Non è da tutti i giorni avere la possibilità di prendere un aereo e andare dall'altra parte del mondo e, solamente per questo, mi ritengo - sinceramente - immensamente fortunata. Ho incontrato persone meravigliose, fatto nuove amicizie, trascorso le mie giornate in una famiglia che mi ha trattata non come una “semplice host”, ma come se fossi parte di essa. Ho apprezzato ogni momento trascorso lì, con loro, dalle piccole cose quotidiane, come andare a fare la spesa o stare sul divano a guardare un film, alle gite, uscite e escursioni da loro organizzate. Mi è risultato più che semplice adattarmi, tanto da non sentire quasi per niente la mancanza di casa, perché in fondo era come se quella fosse la mia di casa. Senza contare inoltre la quantità di magnifici posti che ho visitato e le esperienze fatte, uniche e indimenticabili. E' stato sicuramente un viaggio che mi ha aiutata a crescere, ad ampliare ancora di più la mia mente, mi ha permesso di conoscere una nuova cultura, nuovi modi di vivere, nuove realtà e mi ha reso più consapevole riguardo alle opportunità e possibilità che potrei avere se, come spero, tornassi lì. Porterò nel cuore ogni singolo istante vissuto, ogni persona incontrata e spero vivamente di poter ripetere la stessa esperienza un giorno." 

La referente Prof.ssa Peduto, con la collaborazione della prof.ssa Ponziano.

Tra due settimane circa, avrà inizio lo scambio ormai decennale con il liceo tedesco Clara Schumann Gymnasium Holzwickede. In questa prima fase, la classe 1 LcC,  accoglierà gli studenti tedeschi i quali saranno ospitati presso i nostri alunni e le loro famiglie. Durante il soggiorno, condivideranno le diverse esperienze giornaliere dei loro host brother e host sister. La seconda fase si svolgerà nel mese di aprile quando gli studenti italiani si recheranno in Germania.

Qui di seguito il programma della settimana. link 

germania 2

 Lo scambio con la Germania è iniziato nei migliori dei modi quando, l'11 Ottobre, gli studenti tedeschi sono stati accolti al Liceo Blaise Pascal dai loro partner italiani, alcuni studenti delle classi 3B e 3F del liceo scientifico e ILCB del liceo classico, e dalla professoressa Ramazzotti.Una festa di benvenuto piena di nuove amicizie, e poi via! alla scoperta delle meraviglie di Roma, dei suoi segreti e del mondo italiano in generale, con delle sorprese anche per gli studenti italiani.  

germania 1 

All’inizio di aprile gli studenti del liceo Pascal sono poi partiti per raggiungere la Germania: ci hanno accolto alla stazione di Holzwickede con calore, insieme alla professoressa Doci che ci ha accompagnati in sostituzione alla professoressa Ramazzotti. Abbiamo visitato non solo la loro fantastica scuola, ma anche Aquisgrana (Aachen in  tedesco), Colonia (Kölhn) e Dortmund stessa, passando delle bellissime giornate con i nostri partner ed imparando qualche parola di tedesco per l'occasione!  Giulia Palma 3F –  Natalia Bobrova 3B

  AUSTRALIA 3

Il Liceo Blaise Pascal va oltre i confini europei nell'ambito degli scambi culturali e linguistici. Infatti, si è da poco conclusa la prima parte dello scambio con Sydney, iniziato il giorno 7 aprile con l'arrivo di 35 studenti australiani e 4 docenti. Del nostro liceo sono 37 i ragazzi coinvolti in questo progetto internazionale, provenienti da classi terze e quarte.

Durante questa prima fase, dal 7 al 17 aprile, i nostri ospiti hanno effettuato due giornate di visite guidate a Roma, hanno preso parte alla vita quotidiana dei  nostri studenti partecipando alle lezioni dei rispettivi corrispondenti, hanno seguito un corso intensivo di lingua italiana  ma, sopratutto, si sono immersi nella vita quotidiana italiana, molto diversa dalla loro.

AUSTRALIA 2

Sono stati ospitati dalle famiglie italiane e l'accoglienza offerta è stata impeccabile: i genitori, entusiasti di questa esperienza,  si sono prodigati in cene, incontri, attività sportive, visite culturali, facendo sentire i ragazzi come a casa loro, nonostante la grande distanza che li separava dal loro paese e, forse, una normale nostalgia non dichiarata. Il gruppo degli australiani ha lasciato il 17 aprile Pomezia per recarsi a visitare le più belle destinazioni italiane.

I nostri alunni partiranno per l'Australia dal 26 luglio al 15 agosto e saranno ospitati a loro volta dalle diverse famiglie, selezionate dai referenti australiani.  Le docenti accompagnatrici saranno le proff. Peduto e Ponziano.

australia leaving

La referente australiana, Laura Kostouros e la docente italiana ci hanno inviato il feed back degli studenti australiani in visita da noi dal 7 al 10 aprile, cito: [...] Yesterday I met with Teresa Valenti, the Italian Teacher from St. Patricks College as she wanted to give me the feedback from the recent  trip and especially the homestay portion of their trip at your school. [...]. I want to also thank your families as from the feedback I have received, all families went over and beyond our expectation, the students feedback was that the HOMESTAY and SCHOOL was the highlight of the tour, the friendships that developed and the bonding was amazing.  There was NOT one student that was not happy with the host family, this is an amazing achievement for one school to manage this with close to 40 students in one school, to find families and manage them whilst they attend school with lessons and classes, so a huge thank you to all the staff , families and students at Blaise Pascal.  The parents of the our students have been contacting since the boys arrived back from Italy  to thank me as they also have bonded with your families and are still in contact to this day, which amazing and such a wonderful experience. I look forward in working with you again with our next group to Italy as well as your groups to Sydney.

Testimonianza genitori alunni 3B e 4F :

Buongiorno,
la nostra esperienza è stata sicuramente positiva. [... ].I ragazzi australiani si sono adattati velocemente ai nostri ritmi [...] e si sono perfettamente integrati anche con gli altri della classe. Direi che è bello ed educativo confrontarsi con abitudini e usi diversi dai nostri e anche mettere alla prova la nostra capacità di ospitare una persona "estranea" e farla sentire "uno di famiglia"....a suo agio....e speriamo di esserci riusciti.Siamo stati contenti di averla fatta e che dire....alla prossima. Signora Cristina Maracci.
 
Grazie per averci permesso di espletare questa bellissima esperienza.E' un modo estremamente significativo per far sì che i nostri figli maturino e crescano confrontandosi con nuove realtà. Anna e Marco Cardelli.
 
Ospitare Armando è stata un'esperienza bellissima per tutta la nostra famiglia: dalla iniziale timidezza reciproca siamo giunti alla fine del soggiorno come se Armando fosse stato da sempre uno di noi. La sua famiglia ci è stata vicino, sia giustamente per essere rassicurata che tutto andasse bene, ma soprattutto per esprimere tutta la propria riconoscenza e il desiderio di voler presto ricambiare l'ospitalità con i nostri ragazzi. Grazie agli organizzatori, ai ragazzi e alle loro famiglie, che ci hanno insegnato quanto il mondo sia piccolo, e costellato di belle persone che, sebbene agli antipodi geograficamente, hanno la stessa attitudine al rispetto e alla conoscenza reciproca. La famiglia Purri


AUSTRALIA 4

 

Al prossimo appuntamento a Sydney!

Prof.ssa Anne-Marie Peduto

Dal 10 al 17 ottobre, noi ragazzi del 2H (opzione italo inglese) abbiamo partecipato ad uno scambio culturale con Talange (Lorraine) assieme a 3 studentesse della VgC (Barbara Cervini, Giulia D'Albis, Laura Mari) e 1 studentessa della 2 B (Giulia Russotto).

La sera del mercoledì ci siamo riuniti di fronte alla scuola, in attesa dell’arrivo degli studenti francesi con cui avevamo parlato tutto il giorno tramite social network, venendo aggiornati sull’andamento del viaggio. All’arrivo dei ragazzi si sono subito innalzati i cartelloni di benvenuto e loro, nonostante fossero estremamente stanchi e reduci da un viaggio di circa venti ore, sono arrivati con il sorriso sulle labbra, sono stati prelevati e portati a casa per conoscere le famiglie ospitanti. Dall’11 i nostri corispondenti sono subito stati “catapultati” nella realtà di vita italiana e nei giorni successivi hanno avuto l’opportunità di vedere Roma e la sua arte, conosciuta in tutto il mondo. 

Il giorno dopo il loro arrivo abbiamo visitato il museo Lavinium, facendo conoscere ai ragazzi la storia di Pomezia e il mito di fondazione di Enea, per poi recarci a scuola dove la Dirigente ha dato loro il benvenuto. Il venerdì e il sabato successivi sono stati dedicati alle visite della Roma Barocca, del Campidoglio, del Pantheon, del Colosseo e dei Fori, terminando poi con una visita molto interessante alle Terme di Caracalla (con l’utilizzo della tecnologia tridimensionale che ci ha mostrato una ricostruzione realistica di quello che era effettivamente l’ambiente delle terme a Roma).

20181013 113635IMG 20181016 WA0052


La domenica è stata totalmente dedicata al Bike Tour che ci ha portato alle Catacombe di San Callisto attraversando Via Appia Antica, in cui noi ragazzi ci siamo divertiti e, tra risate e giochi con le biciclette, abbiamo legato con i nostri corrispondenti e in generale con tutto il gruppo.  In una settimana di scambio non vi è stato un giorno in cui i ragazzi non avessero creato gruppi per far avere agli studenti francesi anche una visione a 360° della cultura gastronomica italiana.