Oggetto: informativa inerente il versamento delle tasse scolastiche obbligatorie e del contributo volontario di Istituto

Certa che un dialogo trasparente, costruttivo e costante con le famiglie contribuisca al buon funzionamento della nostro Liceo, vi rendo note le modalità di versamento delle tasse scolastiche erariali obbligatorie (v. Allegato n. 2).

Riguardo al contributo di Istituto, erogato su base volontaria, il Consiglio di Istituto  ha deliberato  per l’a.s. 2018-19 l’importo di € 100,00. E’ prevista una riduzione del 30 % per le famiglie che hanno 2 figli frequentanti questa Istituzione Scolastica, una riduzione del 50 % per le famiglie che hanno 3 figli frequentanti questa Istituzione Scolastica.

Le finalità che intendiamo perseguire con il contributo delle famiglie sono essenzialmente quelle di garantire stabilità e sviluppo alle attività didattiche curricolari ed extracurricolari. Contribuire, ancor più che un obbligo giuridico, è un dovere solidale, ove le condizioni economiche lo consentano.

Negli ultimi anni il Ministero dell’Istruzione (MIUR) ha, infatti, assegnato, per il funzionamento didattico e amministrativo del nostro Istituto, fondi  ridotti rispetto al nostro fabbisogno. E’ evidente che non sarebbe possibile realizzare il Piano dell’Offerta Formativa, così come fino ad oggi è avvenuto, con le sole risorse che il MIUR (Ministero dell’Istruzione) assegna alla scuola. Ne è prova il fatto che i contributi delle famiglie  nell’a.f. 2017 sono stati utilizzati per varie voci di spesa evidenziate nel prospetto che segue.

Il totale dei contributi versati è inserito nel Programma annuale  ed ogni anno, a consuntivo, viene rendicontato dettagliatamente ed approvato dai Revisori dei Conti del MIUR e del MEF. Il Programma annuale e il Conto consuntivo sono consultabili sul sito internet.

Il versamento può essere effettuato  tramite bonifico nel  C/C POSTE ITALIANE codice IBAN: IT40R0760103200001046511893

E' possibile detrarre il contributo volontario nella dichiarazione dei redditi.

Consapevole che debba essere lo Stato a sostenere la Scuola pubblica, Vi assicuro che, per mantenere alta l’offerta formativa rivolta ai Vostri figli, è necessaria, al momento, la Vostra collaborazione, con la consapevolezza che ciò avrà una sicura ricaduta di tipo culturale e sociale che arricchirà ancor più il già splendido territorio pontino.

                                                                                                                                      Il Dirigente scolastico

                                                                                                                                         Prof. ssa Laura Virli

 

All. 1 Contributo Scolastico volontario a supporto della realizzazione delle attività d’istruzione integrative ed organizzative del POF. – funzionamento  didattico laboratori – materiali ed eventuali implementazioni attrezzature di laboratorio.

Nell’ambito delle competenze derivanti dall’attribuzione dell’Autonomia le Scuole hanno assunto personalità giuridica e il Consiglio di Istituto ha la facoltà di determinare annualmente contributi, il cui versamento é richiesto agli alunni a titolo di concorso per la copertura di numerose spese, dettagliatamente specificate nelle relazioni accompagnatorie del Programma annuale e del Consuntivo, approvate dal Consiglio di Istituto, dai Revisori dei conti ed affisse all’albo dell’Istituto e sul sito internet.

In relazione al Contributo previsto dal DPR n. 297/94 e dal D.P.R. n. 275 dell’Autonomia, il Consiglio d’Istituto ha deliberato quanto segue:

  1. Il Contributo non è una tassa in quanto le stesse vengono versate all’erario statale dopo il superamento dell’obbligo scolastico (16 anni) dal terzo al quinto anno del Liceo, fatte salve le esenzioni ISEE determinate per legge annualmente e da documentare all’atto dell’iscrizione (vedi all. n. 2).
  2. Il Contributo al Liceo è un’erogazione liberale che le famiglie fanno per supportare la realizzazione del PTOF per quanto concerne le attività didattiche integrative degli insegnamenti, attività progettuali e per l’arricchimento delle attrezzature tecnico applicative dei Laboratori per le materie d’indirizzo del Liceo e nello sforzo di curare l’ ammodernamento dei Laboratori per la didattica.
  3. Detto contributo viene versato dalla prima all’ultima classe, anche per garantire la copertura assicurativa RC che il Liceo stipula ogni anno a garanzia di tutte le attività scolastiche collegate alla progettazione del POF.
  4. Detto contributo  prevede la detraibilità dell’imposta lorda nella misura del 19% 
  5. Il Contributo è indispensabile al Liceo per poter mantenere integra l’Offerta Formativa soprattutto in termini di Progetti integrativi e di Didattica di Laboratorio, anche per quanto attiene ai materiali necessari per gli Esami di Stato.
  6. Detto contributo viene determinato come segue: in base alla complessità del PTOF e con i successivi criteri di favore per l’utenza.
  7. Il Contributo viene acquisito al Bilancio del Liceo e il suo impiego viene fatto oggetto di Delibere ufficiali di Bilancio che, emesse dal Consiglio d’Istituto, sono documentabili e per la nuova Legge della Trasparenza degli Enti Pubblici saranno oggetto di Pubblicazione con il Bilancio all’Albo d’Istituto e sul Sito del Liceo.
  8. Viene fatta salva la salvaguardia di situazioni familiari reddituali specifiche rese note al Presidente della Giunta esecutiva, a parte la cifra obbligatoria da versare per la copertura assicurativa e il libretto studente.

Richiesta di rimborso: può essere presentata compilando apposito modulo allegando l’originale (o fotocopia autenticata) del bollettino di versamento. Il personale incaricato di segreteria procederà alla trasmissione delle domande ai competenti uffici.  La eventuale restituzione del contributo avverrà solo nei confronti di alunni che si ritirino o cambino scuola entro il mese di Dicembre del nuovo anno scolastico, per i trasferimenti o i ritiri successivi non ci sarà restituzione.