In occasione della Giornata Mondiale contro l'omofobia cui l'UE aderisce dal 2007 e l'Italia dal 2010, il giorno 17 maggio, la classe 2D del Liceo Scientifico affiggerà sui muri del nostro Istituto poster contro ogni forma di discriminazione e violenza di genere. Il lavoro della classe è il risultato del Progetto GEM portato avanti dal Consiglio di Classe nell'ambito delle aree di educazione civica previste dal nostro PTOF. Il Progetto GEM (Gender Equality Matters) è un progetto inserito nel PTOF dall'anno 2019-2020, quando fu proposto dalla Fondazione Mondo Digitale.

Quest'anno il CDC del 2D ha lavorato autonomamente, ponendo le basi dell'educazione di genere e approfondendo alcuni aspetti: il sessismo della lingua e nei media (incluse musica e pubblicità) la comunicazione ostile (anche digitale), la discriminazione di genere nei luoghi di lavoro e la condizione delle donne nelle STEM, la questione dei diritti civili, con particolare riguardo alla discriminazione omofoba, la Convenzione di Istanbul, la violenza sulle donne.

Al termine delle unità didattiche svolte, la classe è stata suddivisa in gruppi di lavoro, coordinati dalle proff. Andolfi e Sabbatino, e ha realizzato i poster da affiggere. L'idea del prodotto finale si è ispirata alla campagna KNOW YOUR POWER, iniziativa dell'Università del New Hampshire negli Stati Uniti, ripresa da un Consorzio Universitario di Milano, al fine di contrastare la violenza di genere nei campus universitari. L'obiettivo è quello di rendere pubblico il dissenso rispetto ad attegiamenti discriminatori e/o violenti attraverso l'esperienza ed il linguaggio e immaginario  quotidiano che tale violenza alimenta. Come per gli studenti universitari coinvolti nella campagna, il Consiglio di Classe ha voluto lasciare i gruppi di lavoro liberi di ragionare e scegliere i campi sui cui esercitare la loro creatività. Invitiamo tutta la popolazione scolastica ad osservare e riflettere.

La Referente Pari Opportunità, prof.ssa Angela Andolfi

Con l’avvicinarsi della data dell’8 Marzo, ci si ripropone sempre una riflessione sui temi della disparità di genere, della violenza sulle donne e delle conquiste lente ma progressive della piena cittadinanza femminile. Per rispettare il nostro profilo internazionale ed europeo, è importante comunicare in questa occasione che il Parlamento europeo ha approvato, con oltre 500 voti su 688, la risoluzione secondo la quale gli Stati membri debbono trattare la parità di genere come un settore specifico delle politiche pubbliche, integrandolo nella normativa dell’Unione (Risoluzione del Parlamento europeo del 21 gennaio 2021 sulla strategia dell'UE per la parità di genere (2019/2169(INI)). Sulla stessa linea prospettica si situa l’iniziativa italiana degli Stati Generali delle Donne Non siamo orme sulla sabbia. Con una lettera al Presidente della Repubblica e al Presidente del Consiglio, le firmatarie denunciano che “l’Italia non è un paese per donne” e chiedono che la parità di genere diventi obiettivo strategico della rinascita del Paese post-pandemia. https://www.statigeneralidelledonne.com/non-siamo-orme-sulla-sabbia/

FileDimensione del File
Scarica questo file (Scheda Premio Colasanti Lopez.pdf)Scheda Premio Colasanti Lopez.pdf129 kB

CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE

Premio Donatella Colasanti e Rosaria Lopez.

Nell’ambito del Progetto PTOF "IO NON ODIO", si invitano le classi alla Giornata dell’8 Febbraio, in cui sarà presentato il premio Donatella Colasanti-Rosaria Lopez, concorso già pubblicizzato nell’anno scolastico scorso, ma poi interrotto a causa della pandemia. Il premio è stato istituito in memoria delle due ragazze vittime del brutale episodio di violenza avvenuto a San Felice Circeo il 1° ottobre 1975 ed è rivolto alle scuole superiori del Lazio per stimolare il dibattito sul tema della violenza di genere, sollecitando la riflessione delle giovani e dei giovani attraverso la presentazione di progetti.

L'appuntamento dell'8 febbraio si concentrerà su approfondimenti dedicati: letture, testimonianze da parte dei famigliari delle vittime e un focus sul processo. Tra gli ospiti al momento confermati, prenderanno parte all'evento Veronica Pivetti, la Procuratrice Dott.ssa Maria Monteleone, lo scrittore Edoardo Albinati, Roberto Colasanti eLetizia Lopez, familiari delle vittime.

Apriranno la giornata i saluti istituzionali di Giovanna Pugliese,Assessora pari Opportunità Regione Lazio e Eleonora Mattia – Presidente IX commissione lavoro, formazione, politiche giovanili, pari opportunità, istruzione, diritto allo studio della Regione Lazio.

L’evento si potrà seguire in diretta sulla pagina Youtube di Lazio Innova a questo link: https://youtu.be/no8pfR4o1SM

E' gradita la dichiarazione di adesione delle classi alla Referente di Progetto, prof.ssa Angela Andolfi

IL PASCAL RIFLETTE SULLA GIORNATA DEL 25 NOVEMBRE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

In occasione della Giornata Internazionale per l'eliminazione della Violenza contro le Donne istituita dall'ONU nel 1999, il nostro istituto si è sempre unito alle iniziative sul territorio per la sensibilizzazione al tema, partecipando con impegno e volontà di esprimere l'indignazione di fronte al fenomeno che non accenna a regredire. In questi tempi in cui scendere in piazza in sicurezza è diventato difficile, se non impossibile, noi vogliamo far sentire ugualmente la nostra voce, aderendo alla chiamata del Sindaco e dell'Assessora alla Cultura ed Istruzione del Comune di Pomezia ( in allegato) e diffondendo attraverso le nostre reti di comunicazione le notizie e le iniziative a sostegno della campagna di contrasto alla violenza di genere. In particolare, ritengo utile richiamare l'attenzione sui fenomeni più specificamente culturali, oltre il dato purtroppo drammatico della cronaca che segnala un aumento della violenza domestica nel tempo del lockdown. E' necessario riflettere sulle piccole azioni quotidiane che possono incrementare o viceversa ridurre la percezione distorta delle differenze di genere, sul linguaggio che tutte e tutti noi adoperiamo,  sui messaggi mediatici che fruiamo o produciamo, sulle scelte di vita e di orientamento professionale che consideriamo e sosteniamo. I valori ed i progetti del  nostro PTOF, le nostre UdA di Educazione Civica e le modalità di conduzione dei progetti stessi, mirano alla riduzione del gender gap nella vita e nei percorsi di studio. Vogliamo essere testimonianza viva e continua del cammino verso la riduzione delle diseguaglianza di genere e della valorizzazione delle figure femminili nella scuola, nella cultura e nella scienza. Così facendo, parleremo ed agiremo per dimostrare che le donne non possono più essere vittime di una violenza fisica che è, a tutti gli effetti, frutto di una prevaricazione culturale.

Concludo segnalando qui alcune proposte online e letture per docenti e studenti:

1) Il giorno mercoledì 25 novembre 2020, dalle ore 14.00,  il Convegno Un’ingegnere con l’apostrofo? – Ingegneria e genere a 100 anni dalla laurea di Elvira Poli. In occasione del 100° anniversario della laurea di Elvira Poli, la prima ingegnera laureata a Padova. Per  partecipare occorre compilare, entro il 20 novembre p.v., il modulo di iscrizione reperibile al seguente link https://www.elvirapoli-unipd.it/un-ingegnere-con-apostrofo-convegno/

2) Il giorno giovedì 3 Dicembre,  dalle ore 17.30,  la tavola rotonda "L’EREDITA’ DI NILDE IOTTI" Diretta: @fondazionenildeiotti https://www.facebook.com/fondazionenildeiotti/

3) Gli articoli  "Parole Avvelenate nelle cronache"  e  "Cedimento: una parola pensando al 25 novembre" entrambi sulla rivista online NOI DONNE: http://www.noidonne.org/scheda.php?ID=00017325

La Referente Pari Opportunità, prof.ssa Angela Andolfi

FileDimensione del File
Scarica questo file (Lettera_studenti_25_novembre.pdf)Lettera_studenti_25_novembre.pdf127 kB

Invito alla Manifestazione Contro la Violenza di Genere presso l'Università La Sapienza

Si rende noto che l'Università La Sapienza di Roma e la Fondazione Roma Sapienza hanno organizzato una manifestazione che si terrà il 6 marzo prossimo presso l’Aula Magna del Rettorato dalle 9.30 alle 12.30 rivolta alle Scuole Secondarie di secondo grado e all’Università.

Dopo i saluti istituzionali, interverrà l’Osservatorio per le discriminazioni di genere diretto dal Prefetto Rizzi, Vice Capo della Polizia di Stato. Successivamente, ENEL darà dimostrazione di un paio di “pillole” del corso di difesa e protezione personale che ha visto con successo molti cicli in varie città.  Infine Matilde d’Errico (autrice, regista e presentatrice delle trasmissioni di RAI TRE Amore criminale e Sopravvissute) intervisterà due donne che sono riuscite ad uscire dal ciclo della violenza e che dunque si sono tratte in salvo. L’obiettivo è quello di sottolineare l’empowerment delle donne e come la forza e la resilienza possono far uscire dalla tragedia della violenza. 

Si invitano i coordinatori delle classi interessate a contattare entro il 24 Febbraio la prof.ssa Andolfi, referente per l'Area Pari Opportunità.

La Giornata del 25 Novembre è stata per il nostro Liceo un'importante tappa nel percorso di cittadinanza che molte classi hanno intrapreso per contrastare le forme di violenza e  abuso  su donne e minori, nonchè per sviluppare una sensibilità sui temi del bullismo e cyberbullismo legati anche alle questioni di genere. La Giornata, com'è noto, è stata promossa dal Comune di Pomezia e realizzata grazie all'impegno delle Associazioni Chiara e Francesco e Sportello Donne. Le classi ILCA, ILCB, 3G, 3D hanno aderito interamente con consapevolezza ed impegno civico alla manifestazione indetta dal Comune di Pomezia, accompagnate dai docenti Lombardi, Mecca, Gemelli, Palmesi. A queste si sono aggiunte altre piccole rappresentanze, che hanno assistito all'inaugurazione della "panchina rossa" nei Giardini delle Rimembranze, hanno realizzato il flash mob nella Piazza del Comune e si sono recate all'Hotel Selene per la comunicazione sul tema a cura di Ass.  Chiara e Francesco. La delegazione del  4D, invece,  si è recata con la prof.ssa Andolfi all'incontro  alla Regione Lazio, dove sono state ricordate le vittime del cosiddetto "Massacro del Circeo" del 1975, tempo in cui la violenza sessuale era ancora considerata, come ha ricordato il Presidente Zingaretti, un'offesa alla morale pubblica e non un crimine contro la persona.

In questa occasione è stata presentata al pubblico di scuole presenti un'iniziativa di sensibilizzazione al dramma della violenza sulle donne che prevede la possibilità di concorrere ad un premio per lavori di vario carattere sul tema. Il Premio è alla memoria di Donatella Colasanti e Rosaria Lopez, le vittime della violenza perpetrata nella località laziale. Al momento dell'uscita ufficiale del Bando di Concorso la prof.ssa Andolfi ne darà comunicazione sul  sito del Liceo.

Come previsto, la Giornata del 25 novembre si è conclusa nel pomeriggio nell'Aula Consiliare del Comune di Pomezia, dove si è tenuto un incontro informativo di Sportello Donne Pomezia, aperto anche alla presentazione di lavori svolti dalle classi delle scuole pometine. Nel nostro caso sono stati presentati gli esiti del Progetto svolto nell'anno scolastico 2018-2019, con la classe 1D (quest'anno impegnata ad approfondire il tema con il progetto GEM), e il video spontaneamente realizzato da un gruppo della IILC B, video apprezzato particolarmente sia dalle volontarie di Sportello Donna che dalle autorità presenti.

La Referente Pari Opportunità Prof.ssa Angela Andolfi

In riferimento alle Linee di orientamento del PTOF per il contrasto al bullismo, si ricorda la partecipazione delle classi prime alla visione del film “ Bene ma non benissimo” del regista Mandelli. La proiezione avverrà il giorno 25 ottobre alle ore 09:00, presso la sala Multiplex di Pomezia (rif. Circolare n.47 del 14/10/19). 

Le classi che hanno aderito sono le seguenti: 1A, 1B, 1C, 1D, 1F, 1G, 1 H, 1I, IV gA, IV gB, IV gC.

Dopo la proiezione è previsto un intervento di Alessio SAKARA, impegnato in una campagna di contrasto al bullismo e cyberbullismo.progetto legios scuole

La referente : prof.ssa Antonella Venditti

 

 

PROGETTO: IL PALCOSCENICO DELLA LEGALITA’

(Laboratorio di Cittadinanza Attiva)

Si propone all’attenzione dei CDC il seguente Progetto di Cittadinanza Attiva, già sperimentato nel nostro Istituto e consigliato per classi seconde e terze. Il progetto è proposto da Co2 Crisis Opportunity Onlus, un’associazione che da oltre dieci anni si occupa di comunicazione sociale e  promozione dell’impegno civile. Il Palcoscenico della legalità si incentra sui temi della criminalità organizzata e racconta la forza di chi si oppone e denuncia, approfondendo il tema della scelta, con un taglio educativo molto importante e coinvolgente.

In collaborazione con associazioni anti mafia e con le Università, il Progetto ha realizzato spettacoli teatrali apprezzati e premiati: gli aspetti drammatici che caratterizzano la lotta alla criminalità organizzata vengono confrontati con gli esempi di successi ottenuti in termini di riorganizzazione economica e sociale di un territorio. Allo spettacolo teatrale sono affiancati  laboratori di educazione alla legalità per  studenti,  in cui gli attori/formatori  affrontano il concetto di etica e di bene comune. Saranno  fornite bibliografie e filmografie per continuare il percorso in autonomia. Dal 2012 ad oggi hanno partecipato al progetto più di 20.000 studenti di tutta Italia.

Il percorso formativo è così strutturato:

Incontri per insegnanti: 23 novembre 2019 (2h) Verrà fornito come materiale di approfondimento il documentario “Dieci storie proprio così”, prodotto da Rai Cinema e JMovie e vincitore del premio speciale ai Nastri d’Argento 2018.

Incontri per studenti.  Primo incontro tra il 27 gennaio 2020 e il 7 febbraio 2020 in data da concordare. (2h) Attraverso laboratori didattici, si ragiona  di legalità e impegno civile. L’incontro si svolge in classe.

Proiezione documentario in autonomia.

Spettacolo “Se dicessimo la verità” e secondo incontro 20 - 24 aprile 2020 Teatro India (70’ totali). Dopo la visione dello spettacolo, gli studenti vengono coinvolti in dibattito con attori, testimoni e protagonisti delle storie raccontate.

Terzo incontro tra il 1° e l’8 maggio 2020 in data da concordare (2h in classe) Vengono analizzate vicende che riguardano le realtà territoriali specifiche, per stimolare ad osservare il comportamento quotidiano proprio e del quartiere nell’ottica di assunzione di responsabilità e cittadinanza attiva. 

 Il progetto formativo è interamente gratuito, mentre lo spettacolo teatrale prevede l’acquisto di un biglietto di 6 euro.

 

La Referente Pari Opportunità e Cittadinanza Attiva Prof.ssa Angela Andolfi

PROGETTI  EDUCAZIONE DI GENERE

Il consueto impegno del Liceo Pascal nel contrasto alla discriminazione e ai fenomeni di bullismo e cyberbullismo ci porta ad attuare ogni anno progetti in questo ambito educativo, rivolti a classi differenti e con azioni sempre nuove. Quest’anno la prima proposta è la Giornata di Formazione di Sabato 7 Settembre nella sede della Fondazione Mondo Digitale, giornata propedeutica all’attivazione del progetto GEM.

Il progetto GEM (Gender Equality Matters) è di ampia portata e finanziato nell’ambito del programma europeo REC (Rights, Equality, Citizenship). La Fondazione Mondo Digitale ne è partner e ci ha invitato a partecipare con alcune classi di biennio. La stessa è promotrice del progetto Coding Girls che sarà successivamente presentato e che riguarda la diffusione della parità di genere in ambito STEM.

Il Progetto GEM è interdisciplinare e mira all’aumento della consapevolezza della comunità scolastica sulla violenza di genere, promuovendo l'assunzione di comportamenti corretti, sempre rispettosi delle differenze nella convinzione che il fattore di genere sia spesso all’origine anche di atti di bullismo e cyberbullismo. L’invito alla Giornata di Formazione è aperto a tutte/i le/i docenti che vogliano impegnarsi a portare avanti 5 moduli didattici (con materiali forniti dal progetto) in una classe di biennio. L’impegno va portato a termine entro la fine di Ottobre.

Per eventuali chiarimenti e iscrizione potrete rivolgervi alla Referente Pari Opportunità e STEM, prof.ssa Angela Andolfi.