violenza donneA partire da Lunedì 25 settembre con alcune classi (si auspica numerose!) parteciperemo alla mobilitazione culturale promossa dalla Regione Lazio che terminerà il 25 novembre, quale  momento di riflessione e di sensibilizzazione di tutta la  comunità educante sui temi della violenza di genere.

Sarà l'occasione per  l’organizzazione di attività didattiche straordinarie di studio e di confronto sul tema della lotta alla violenza sulle donne. Oltre l’indignazione, l’impegno è un’iniziativa collettiva per coinvolgere e mobilitare studentesse, studenti, docenti e tutto il personale della scuola. 

 “Faccio un appello alle scuole del Lazio affinché Lunedì ci sia, con i professori e con gli studenti, una giornata o delle occasioni di riflessione per produrre dei disegni, dei testi, delle iniziative che segnino una reazione”.  Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, così si è rivolto alle scuole durante una conferenza stampa convocata a seguito dell’ennesimo stupro a Roma. 

Questo è il link di riferimento:  http://www.regione.lazio.it/rl/giornataimpegno/ 

per reperire suggerimenti di film e testi ad hoc  e per inviare le nostre proposte (fino al 20 novembre) che potranno essere presentate in occasione dell'evento del 25 novembre, ancora in fase organizzativa, che corrisponde alla Giornata internazionale contro la violenza.

La Referente Pari Opportunità

Angela Andolfi         

wemapp

Le Donne Illustri del Territorio Aggiornamenti

Informiamo che i contenuti della App di progetto e del E-Book scaricabili dal sito we-mapp.it,  sono stati arricchiti.

Inoltre, per quanto riguarda l’azione di Cittadinanza Attiva sul territorio, con piacere comunichiamo che il Comune di Pomezia ha confermato l’interesse a sostenere la proposta di intitolazione strade e luoghi pubblici a donne illustri come richiesto dalla popolazione studentesca coinvolta nel progetto  in occasione della Giornata Nazionale della Scuola, l’8 Marzo 2018. Nel mese di Ottobre sarà fissato un incontro con il Sindaco per la definizione di tempi e modi di coinvolgimento delle scuole partecipanti.

La Referente di Progetto
Prof.ssa Angela Andolfi

Progetto dell’IIS PASCAL finanziato dal MIUR con 74.000 euro! - We-MApp Le donne illustri del territorio Per le vie di Pomezia, Ardea, Anzio e Nettuno

Il Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione del MIUR- in cooperazione con la  Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione-  ha approvato il nostro progetto We-MApp per la Giornata Nazionale della Scuola” che si terrà a Maggio 2018.  Il progetto, in linea con  gli obiettivi dell’Agenda 2030 riguardo l’educazione e l’uguaglianza di genere e l’incremento delle conoscenze tecnologiche abilitanti per l’emancipazione della donna, prosegue il percorso di buone pratiche del Liceo Pascal relative allo sviluppo delle competenze di cittadinanza e dell’educazione di genere.

We-MApp  affronta il tema della toponomastica femminile come luogo di riconoscimento del valore delle donne nei diversi ambiti della cultura e intende sviluppare su tutto il territorio dell’ambito 16 un percorso di ricerca e sensibilizzazione di studenti e studentesse, nonché docenti coinvolti/e, rispetto alla presenza femminile per la crescita della società.

Il Liceo Pascal, in quanto scuola capofila dell’Ambito 16,  inviterà altre scuole del territorio a coinvolgere le classi sia nei momenti di ricerca che di azione sensibilizzatrice nei confronti delle istituzioni locali. Infatti il progetto intende avvicinare le giovani generazioni anche ai processi decisionali che portano all’intitolazione di vie e spazi pubblici a personaggi illustri, realizzando momenti di confronto con le autorità e auspicando come obiettivo di cittadinanza attiva quello di proporre- attraverso un processo democratico vissuto in momenti di riunioni fisiche e on-line- nuove intitolazioni a donne illustri, una per ciascun Comune coinvolto (Pomezia, Ardea, Anzio, Nettuno).

Inoltre, il processo di mappatura delle vie esistenti e intitolazioni proposte  (con relative schede illustrative) confluirà su una App per cellulari, che sarà costruita da studenti e  studentesse, anche con l’idea di coinvolgere maggiormente le alunne nella progettazione delle fasi tecnologiche. Il  progetto è sicuramente ambizioso e richiede la collaborazione e la cooperazione sia di agenti formativi specializzati, che di associazioni culturali ed istituzioni locali.

La nostra Dirigente ci ha creduto, il MIUR  lo ha approvato...non ci resta che iniziare!

La Referente del  Progetto
Angela Andolfi